Faidatebook gli ebook del fai da te

Il primo sito italiano che offre esclusivamente manuali ebook sul fai da te, bricolage, hobby, giardinaggio, cucina e altri argomenti do it yourself

Versatile, discretamente potente, il seghetto alternativo è un attrezzo abbastanza sicuro e lavora su materiali diversi. 

 

Il funzionamento

Il principio di funzionamento è molto semplice: un motore elettrico aziona un sistema di ruotismi che, tramite una biella, danno origine al moto alternativo alto-basso di un morsetto, che è in grado di ricevere la lama. L’estensione del moto è detta “ corsa”. Le lame per seghetto alternativo sono molto robuste e specificatamente dentate e sagomate a sconda dei vari tipi di taglio su diversi materiali. Vi sono,infatti, lame stradate o non stradate per tagli curvi o rettilinei, lame per ferro e materiali metallici e lame al carburo di tungsteno, che sono in grado di tagliare anche il vetro. Il fissaggio della lama al morsetto avviene con sistemi diversi a seconda del modello ma, in genere, si tratta di una vite che impegna un foro praticato nella parte alta della lama. Il montaggio della lama è una fase preliminare molto importante che va eseguita con particolare attenzione per ottenere un ottimo lavoro. 

 

Tipi di seghetti

Dal punto di vista della struttura generale, vi sono due tipi di seghetti alternativi: quelli a sviluppo orizzontale e quelli a sviluppo verticale. I secondi sono quelli più comunemente usati per la comodità di impiego. Le potenze possono essere variabili dai 250 ai 600 watt, ma per gli impieghi normali sono sufficienti 300/350 watt. La rapidità di con cui si muove la lama è indicata in corse al minuto. Queste sono, mediamente, circa 3000 al minuto (pur con variazioni da modello a modello) ma esistono anche seghetti alternativi con due o tre velocità e, addirittura, con la velocità regolabile elettronicamente.

La capacità di taglio è naturalmente in rapporto diretto con la potenza. Va bene una capacità din taglio di almeno 50 mm su legno. Vi sono anche seghetti con particolari caratteristiche come il movimento pendolare della lama. Questo permette alla lama stessa di penetrare più rapidamente nel materiale da tagliare e praticare tagli molto veloci. Alcuni modelli sono dotati di attacco per l’aspiratore, in modo da asportare completamente i trucioli dalla zona di lavoro. Infine esistono anche modelli con la lama orientabile per facilitare l’esecuzione di tagli particolarmente sagomati.

 

Il taglio 

Tagliare col seghetto alternativo non è difficile ma è importante “prenderci la mano”. Innanzitutto dovete ben fermare il pezzo da lavorare con morsetti,o altri sistemi, in quanto la oscillazione della lama induce una vibrazione che compromette il lavoro. Il pezzo, lungo la linea di taglio, deve essere distanziato dal piano in modo che la lama possa compiere la sua corsa senza incontrare ostacoli. Se il taglio da eseguire è diritto, e parallelo ad un bordo, conviene utilizzare una guida parallela montata sulla suola. Questa, opportunamente regolata, e mantenendola appoggiata al bordo, guida il seghetto. Se, invece, il taglio è troppo distante dal bordo o non è parallelo a questo, bisogna operare a mano libera. Il taglio non verrà perfettamente diritto, per cui dovete tenervi leggermente abbondanti per poter rifilare successivamente il pezzo tagliato con la pialla. Regolata la velocità in base al tipo di materiale ed al suo spessore, poggiate la lama sul punto di inizio del taglio ed azionate il seghetto. È sempre bene marcare il taglio con una linea ben visibile per far si che i trucioli di taglio non la nascondano e possa sempre essere seguita agevolmente. Durante il taglio non spingete in avanti con troppa,forza perché c’è il rischio di rompere la lama. 

 

Accorgimenti

Se il legno da tagliare deve essere ben rifinito potete poggiarlo su un altro pezzo di legno di scarto e tagliare entrambi contemporaneamente. In tal modo il bordo inferiore non presenta sfrangiature. Lo stesso procedimento si adotta per tagliare sottili fogli metallici, mentre per il taglio di laminati plastici dovete procedere in un altro modo: ponete il laminato tra due fogli di compensato e tenetelo ben stretto mentre eseguite il lavoro, tagliando i tre pezzi contemporaneamente. 

Se il taglio non è rettilineo, ma presenta curve più o meno pronunciate, seguite la traccia di queste con particolare attenzione procedendo lentamente. Se vi sono curve molto strette conviene praticare dei fori, lungo la linea e nella parte di legno da eliminare, nei quali la lama può ruotare su se stessa. 

 

Lavorazioni particolari

Per effettuare tagli inclinati allentate le viti che fissano la suola d’appoggio e ruotatela dell’angolo desiderato. Quindi procedete al taglio tenendo il seghetto inclinato. Si procede lentamente in quanto la posizione può portare a flessioni della lama. Per iniziare un taglio al centro di un pannello potete adottare due soluzioni. Se il grado di finitura e di precisione non sono fondamentali, praticate un foro nel punto di inizio, inserite la lama e praticate il taglio. Se, invece, il foro non si può fare, poggiate il seghetto sul piano lungo la faccia anteriore, mettetelo in azione e poi riportatelo lentamente in posizione normale. In tal modo la lama viene a contatto progressivamente col piano e riesce a praticare un intaglio in cui inserirsi. È, comunque,bene fare qualche prova prima di procedere a questo tipo di lavorazione.

Per fare tagli circolari impiegate una squadretta inserita nella suola, fissata con una vite al centro, per cui lavora come un compasso. In alcuni seghetti, la lama si può montare in posizione angolata di 90 gradi rispetto alla collocazione normale. Il taglio avviene lateralmente ed il seghetto si aziona con due mani. L’operazione è utile quando si lavora nelle vicinanze di un’ostacolo o per avere una notevole precisione.

Il seghetto alternativo può anche essere montato su un banchetto con la lama rivolta verso l’alto. In tal modo si può lavorare muovendo il pezzo di legno invece di azionare il seghetto. La precisione di lavoro è notevole ma bisogna fare attenzione alla lama, che non ha protezioni sulla parte superiore.

Il meccanismo di taglio del seghetto alternativo deve essere tenuto perfettamente pulito, per cui bisogna spolverarlo alla fine di ogni lavoro.