Faidatebook gli ebook del fai da te

Il primo sito italiano che offre esclusivamente manuali ebook sul fai da te, bricolage, hobby, giardinaggio, cucina e altri argomenti do it yourself

Per tradizione il falegname fai da te cosytruiscemolti degli strumenti ausiliari e degli accessori che impiega. Questi gli vengono a costare meno e gli permettono di disporre di accessori di buona qualità e calibrati esattamente sulle proprie esigenze. 

Lo svilupparsi dell’industria ed i miglioramenti tecnologici hanno consentito la produzione di accessori robusti e ben fatti e che si possono trovare facilmente sul mercato. Oggi è solo lo scrupoloso artigiano o il fai da te appassionato che si prende il disturbo di crearsi gli strumenti, anche se, in fondo, ci si limita alla costruzione dei più semplici come, ad esempio, truschini o simili. Ma non tutti gli accessori si trovano sul mercato: la produzione standardizzata tende ad eliminare gli oggetti poco consueti e poco richiesti. Inoltre, ogni lavoro, svolto sia con strumenti manuali od elettrici, richiede un po' di improvvisazione, per cui potreste di aver bisogno di accessori ed attrezzi che vi servono solo per una determinata costruzione. 

Può trattarsi di un accessorio per marcare, su forme di una certa complessità o per fissare pezzi di varie sagome per gli scopi più diversi (segare, piallare e trapanare) specialmente nei pezzi angolati. Alcune volte è necessario realizzare mezzi di fiussaggio per lavorare sul legno con utensili elettrici.  

UN CAVALLETTO PER SEGARE

Anche un principiante è in grado di costruire, senza molte difficoltà, alcuni accessori di lavoro. Il cavalletto per segare è di sicuro tra i più importanti. Esso consiste in un pezzo di legno orizzontale appoggiato su quattro zampe ed è il dispositivo ideale per appoggiarvi tavole da segare in modo che stiano ad altezza conveniente per chi lavora. Anche se possedete un banco da lavoro troverete comunque utilissimo il cavalletto per appoggiarvi l’estremità di una tavola lunga o di un pannello. Il cavalletto è, inoltre, più leggero, e quindi portatile, di quanto non sia il banco. 

Il principio costruttivo del cavalletto è molto semplice e la parte relativamente complicata della costruzione nasce dalla necessità di assicurare che le gambe siano angolate in modo da garantire la stabilità dell’accessorio. Esse, infatti, debbono divergere dalla verticale in due direzioni, anzichè in una sola, e questo richiede particolare cura costruttiva. Ma la tecnica non è difficile da apprendere e da mettere in pratica.

 

GUIDE DI TAGLIO

Un piccolo accessorio noto come “fermo di testa” è tanto semplice ta costruire quanto utile da impiegare. Esso serve per eseguire rapidi e precisi tagli e intestature col segaccio.

Si tratta di una piccola tavola di legno con un listello avvitato su una estremità (perpendicolarmente allo sviluppo della tavola stessa) ed un altro avvitato al di sotto dell’estremità opposta. Quest’ultimo blocca il fermo contro il bordo del banco ed il pezzo da segare deve essere tenuto contro il primo dei due listelli in modo che il pezzo non possa muoversi e possiate tagliarlo con precisione per intestarlo.

Un simile accessorio - blocco da piallatura - svolge mansioni similari quando dovete piallare lati e bordi di listelli e tavole.

PER TAGLI OBLIQUI

Può essere particolarmente difficile ottenere dei buoni giunti con taglio obliquo perchè il loro principale impiego è di tipo decorativo (cornici per quadri, stipiti di porte e così via) ove le unioni debbono risultare perfette e senza fessure. Vi sono alcuni accessori che vi possono essere di aiuto. Il blocco per tagli obliqui è una variante del normale blocco da pialla: esso tiene fermo il pezzo a 45 gradi (o ad altra angolatura da voi prescelta) per consentirvi di rifinirlo accuratamente. 

Tagliare obliquamente con cura, particolarmente su pezzi grandi e su modanature, non è sempre facile. Vale la pena costruirvi una cassetta per tagli obliqui, che deve essere sufficientemente larga da consentire al pezzo di potervi rimanere piatto sul fondo. Il blocco da piallatura, il fermo, la cassetta per tagli obliqui possono essere fissati al banco per dare loro maggiore stabilità. 

Nel fare la cassetta per tagli obliqui dovete curare che uno dei lati sia più alto dell’altro di modo che sporga al di sotto della base e possa venire tenuto fermo dalla morsa da banco. Il blocco da pialla richiede un listello avvitato al di sotto per adempiere alla medesima funzione. 

Quando usate una cassetta o un blocco per tagli obliqui dovrete marcare sul pezzo la posizione del taglio per poterlo posizionare esattamente allineandolo al taglio dell’accessorio. La sega seguirà gli angoli dei tagli già predisposti nella cassetta o nel blocco e voi lavorerete senza la preoccupazione di dovervi attenere ad una marcatura fatta sul pezzo. Se però non avete queste due guide (e non siete in condizione di farlo voi stessi) una maschera di taglio vi sarà molto utile anche nel marcare modanature complicate per le quali una squadra non sarebbe utile.

 

REGOLE GENERALI

Accessori e maschere debbono essere di materiale robusto e stabile. Il fermo sarà molto più duraturo se sarà fatto di faggio o quercia; per la base potrà essere accettabile il multistrato. Le cassette per tagli obliqui e le maschere debbono essere in legno duro. È evidente che una cassetta in legno tenero non riuscirà a mantenere le guide di taglio perfettamente squadrate per lungo tempo, divenendo così inutile. 

La precisione del lavoro è fondamentale: un blocco per piallatura deve avere tutti i componenti perfettamente squadrati allo scopo di produrre un lavoro preciso e non di riprodurre gli errori. La cassetta per tagli angolati vi farà fare esattamente i tagli che avrete predisposto e se questi sono imprecisi lo saranno anche tutti i pezzi tagliati. Pertanto, quando costruite questi accessori dovete avere la cura di controllare di continuo la precisione del lavoro.