Faidatebook gli ebook del fai da te

Il primo sito italiano che offre esclusivamente manuali ebook sul fai da te, bricolage, hobby, giardinaggio, cucina e altri argomenti do it yourself

L’illuminazione del vano scala si effettua con l’ausilio di un relè temporizzato che apre automaticamente il circuito dopo un certo tempo. La realizzazione non presenta problemi. 

L’impianto di illuminazione di un vano scala può essere realizzato con un insieme di punti luce in parallelo, fornito di più comandi collocati sui vari piani, gestito un sistema di accensione temporizzato. Questa soluzione è quella più usualmente adottata perché permette di accendere l’illuminazione della scala da qualsiasi punto, premendo un pulsante senza preoccuparsi di spegnere la luce in quanto un particolare apparecchio (il relè temporizzato) provvede a questo compito. 

 Il circuito 

Il circuito è semplice. Il relè temporizzato è dotato di quattro morsetti: i primi due (1,2) servono per l’alimentazione a 220 V della bobina di eccitazione interna che esegue il comando di accensione. Gli altri due (3, 4) sono i capi dell’interruttore interno al relè che è in gradoaprire o chiudere il circuito di alimentazione. 

Semplificando il circuito ad un solo pulsante e ad una sola lampadina lo sviluppo può essere sintetizzato come segue: dalla cassetta di derivazione viene prelevata la fase che viene inviata sia al pulsante di accensione, sia ad uno dei due morsetti (3) del relè, che serve per azionare il circuito di illuminazione. Dal pulsante parte un conduttore che va al relè, al primo dei morsetti di alimentazione della bobina (1). 

Dal conduttore di neutro partono altri due conduttori; uno va direttamente al relè, al secondo morsetto della bobina (2), l’altro va al portalampada. Per ultimo, il secondo filo del portalampada va al relè, al secondo morsetto di azionamento (4). 

Schema di funzionamento 

Premendo il pulsante si chiude il circuito di alimentazione della bobina del relè che fa scattare l’interruttore che chiude il circuito di alimentazione della lampadina, che si accende. 

Il relè temporizzato, ha all’interno un meccanismo che permette il diseccitamento automatico della bobina, dopo un certo tempo (variabile tra 1 e 3 minuti). In tal modo l’interruttore interno viene rilasciato e la luce si spegne fin quando non si preme il pulsante di accensione esterno, rieccitando la bobina. La durata di accensione è regolabile per mezzo di un piccolo comando posto sul relè stesso.

Su alcuni relè è presente anche un piccolo interruttore che permette di escludere totalmente la temporizzazione: in tal caso l’impianto di illuminazione diventa di tipo classico; la luce si accende e si spegne solo quando viene premuto il pulsante di azionamento.  

La realizzazione

Il lavoro inizia con la stesura delle condutture elettriche che possono essere sottotraccia o in canalina esterna applicata alla parete e con la installazione delle scatole per i pulsanti e il montaggio  delle lampade. 

Il relè può anche essere inserito nella cassetta di derivazione, se questa è sufficientemente ampia.  Quando questo è pronto potete passare alla stesura dei conduttori di tipo monofilare isolato.

• I conduttori del circuito di alimentazione del relè possono essere da 0,5 mmq dato il basso assorbimento del relè stesso, mentre quelli del circuito di illuminazione conviene che non siano inferiori agli 1,5 mmq. 

Inserite i conduttori nelle guaine per mezzo della sonda, sempre rispettando il codice dei colori. Utilizzate pulsanti con spia luminosa interna in modo da individuarli facilmente al buio (è solo necessario effettuare un paio di “cavallotti” tra i morsetti del pulsante). Se le lampade hanno il portalampada in metallo dovete farvi pervenire anche il conduttore di terra (giallo-verde) mentre, se è in plastica non è necessario. 

Prima di allacciarvi alla linea verificate, circuito pratico alla mano, che i collegamenti siano esatti. Quindi scollegate l’impianto elettrico di casa disinserendo l’interruttore generale ed effettuate i collegamenti nella cassetta di derivazione. 

Reinserite la tensione e provate il circuito. Premendo un qualsiasi pulsante le lampade devono accendersi mentre il relè scatta emettendo un piccolo rumore. Attendete che le lampade si spengano quindi regolate il tempo di accensione agendo sulla vitina presente sul relè stesso. 

Naturalmente un impianto di questo genere non è unicamente riservato alla illuminazione delle scale. Può servire per accendere una serie di lampioncini lungo un vialetto di accesso, oppure per accendere delle lampade intorno all’abitazione. Il relè temporizzato può, comunque, essere utilizzato tutte le volte che si intenda azionare un circuito per un tempo limitato e prestabilito. 

 

Per saperne di più