Faidatebook gli ebook del fai da te

Il primo sito italiano che offre esclusivamente manuali ebook sul fai da te, bricolage, hobby, giardinaggio, cucina e altri argomenti do it yourself

Può rendersi necessaria la sostituzione di un rubinetto di cucina, di un lavabo o della vasca da bagno. Vediamo come interviene.

Rubinetto di cucina a parete

Un tipo molto comune è il gruppo da parete a due comandi, con erogatore girevole. Quando il meccanismo interno è consumato o danneggiato conviene sostituire integralmente il rubinetto con uno nuovo, di tipo simile.

Per asportare il rubinetto da sostituire allentate i due dadi che sono presenti dietro ciascun comando. In questo modo il rubinetto viene via ma restano, avvitati nei due tubi murati, i due eccentrici a vite doppia, che permettono di adattare ogni tipo di gruppo ai tubi preesistenti. La distanza tra le due bocche varia tra i 130 ed i 170 mm.

Svitate anche questi e asportateli. Il nuovo rubinetto è dotato di altri due eccentrici che monterete al posto di quelli tolti, regolandoli in modo da imboccarsi perfettamente (col filetto esterno) alle ghiere con dado e guarnizione del rubinetto.

Sulle estremità filettate dei raccordi eccentrici inseriamo le coppette cromate e poi applichiamo alcuni giri di nastro di teflon sulle filettature.1 - Imbocchiamo il corpo del nuovo rubinetto sulle filettature degli eccentrici.

Con la chiave a rullino stringiamo le ghiere di raccordo senza serrare eccessivamente. Dopo aver inserito l’erogatore al corpo del rubinetto e averlo fermato con l’apposita guarnizione e ghiera, possiamo provare il funzionamento azionando le manopole.

Rubinetto monocomando a lavello

È più pratico del precedente da un punto di vista del montaggio. Il rubinetto a lavello, nella parte sottostante, è dotato di due tubetti abbastanza lunghi che possono venir tagliati alla lunghezza adeguata e dotati di apposito collegamento con i tubi di adduzione dell’acqua. Il rubinetto si inserisce nel lavello e si collegano le ghiere dei suoi tubi a quelli di adduzione.

• Sui tubi che fuoriescono dal rubinetto da lavello, si inseriscono e si stringono i raccordi che li collegano ai tubi flessibili. I tubi si inseriscono dall’alto, nel foro del lavello, si appoggia il rubinetto al lavello e lo si fissa da sotto con la grossa ghiera. Per questo fissaggio può essere necessaria una chiave speciale che stringe la ghiera. Si collegano i flessibili alle adduzioni di acqua fredda e calda. 

Rubinetto della vasca da bagno

• La situazione è praticamente identica a quella descritta in precedenza per il rubinetto a parete del lavello, mentre per i gruppi montati direttamente sulla vasca vi possono essere variazioni anche notevoli in dipendenza della progettazione specifica, per cui può essere necessario chiedere informazioni al rivenditore o a chi ha installato il sanitario. 

Asportiamo il rubinetto da sostituire allentando le ghiere che lo fissano ai raccordi eccentrici.  Togliamo i raccordi eccentrici e sostituiamoli con quelli nuovi, oppure, se è possibile, ruotiamoli lentamente con la pinza a pappagallo, per portarli alla distanza adeguata al nuovo rubinetto.

• Puliamo le filettature dei raccordi eccentrici, inseriamo le coppette di metallo e riapplichiamo alcuni giri di nastro di teflon. Imbocchiamo il corpo del nuovo rubinetto sulle filettature degli eccentrici. Con la chiave a rullino stringiamo le ghiere di raccordo. Facciamo attenzione non segnare il corpo del rubinetto con la chiave. Possiamo provare il funzionamento.